Attualità

In anteprima al Festival Cinemambiente due reportage vincitori del DevReporter Grant

Portada Aguas de Oro Sin Titulo

Al 18° Festival di Cinemambiente di Torino saranno presentati in anteprima due dei documentari vincitori del premio DevReporter Network.

Aguas de Oro e A closed mouth catches no flies (Le ragazze di Wuchale) saranno protagonisti, con i loro autori, mercoledì 7 ottobre 2015, dalle 18.00 alle 19.00 presso il Centro Sereno Regis, in Via Garibaldi 13 a Torino. Tema centrale: le donne e le loro lotte per la difesa dell’ambiente, dei diritti umani e per il cambiamento sociale. 

E’ finalmente stato reso pubblico questa mattina, in occasione della conferenza stampa al Museo Nazionale del Cinema, il programma di Cinemambiente 2015, che prevede un appuntamento per il 7 di ottobre al Centro Sereno Regis a Torino in cui verranno proiettati in anteprima due dei documentari vincitori del bando DevReporter Grant. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Consorzio delle Ong Piemontesi e il progetto DevReporter Network.

 

I documentari hanno un tema comune, quello delle donne, dagli altopiani etiopi alle Ande peruviane, e delle loro lotte per l’ambiente e la giustizia sociale.

Saranno presentati:

1 Foto Aguas de Oro Simona CarninoAguas de Oro, realizzato da Simona Carnino e Luciano Gorriti Robles (Italia, 2015, 17’), in collaborazione e con il supporto dell’ong M.A.I.S,  la cui storia è quella di Maxima Acuña Chaupe, donna peruviana che vive a 4200m sulle Ande, nel cuore di Conga, il progetto di espansione di Yanacocha, la miniera d’oro più grande dell’America Latina, proprietà della società statunitense Newmont. Maxima ha un sogno. Continuare a vivere tra le sue montagne. Anche Yanacocha ha un sogno. Accaparrarsi le terre di Maxima necessarie all’espansione. In gioco non ci sono solo interessi personali, ma la sopravvivenza dell’ecosistema andino. Ed è per questo che Maxima non lascia la sua terra, nonostante le violenze fisiche e psicologiche che subisce quotidianamente

A-CLOSED-MOUTH-CATCHES-NO-FLIES_4A closed mouth catches no flies, realizzato da Niccolò Bruna (Italia, 2015, 26’) in collaborazione e con il supporto di CIFA e basato sul reportage pubblicato a luglio su l’Espresso “La forza dell’Etiopia nelle braccia delle donne”  nonché sul blog Le ragazze di Wuchale di Antonio Faccilongo e Alessandro Gilioli. Produttore esecutivo Marco Pastori, organizzazione generale Getachew Negash.
La storia in questo caso è il destino delle donne di Wuchale, nel nord Etiopia, destino segnato dai vincoli della tradizione e
dalla millenaria gregarietà rispetto all’uomo. “La mosca non entra nella bocca di chi sta zitto”: tacere è la regola. Ma le ragazze di oggi vogliono voltare pagina e si confidano. Le più fortunate come Tirongu riusciranno a studiare, mentre le altre continueranno ad emigrare verso i paesi arabi per sottrarsi ad una vita di stenti.

 

Appuntamento allora a mercoledì 7 ottobre 2015, dalle 18.00 alle 19.00 presso il Centro Sereno Regis, in Via Garibaldi 13 a Torino. Vi aspettiamo numerosi!

Locandina 7 ottobre

Locandina evento 7 ottobre 2015 Cinemambiente

 

Gli autori:

 

timthumbSimona Carnino giornalista specializzata su conflitti ambientali e inquinamento. Ha lavorato molti anni nell’ambito della comunicazione e raccolta fondi per Amnesty International e ha preso parte a missioni di cooperazione internazionale in America Latina, per alcune ong.

 

 

l_400x400Luciano Gorriti Robles è un videomaker professionista diplomato alla scuola di cinema di Barcellona. Ha al suo attivo collaborazioni con Discovery Channel e Al Jazeera. I due si sono conosciuti a Lima nel 2012, dove Simona ha vissuto e lavorato un anno.

 


show_imgNiccolò Bruna
è filmmaker indipendente basato a Barcellona, Spagna. Dal 1998 ha realizzato in diversi paesi del mondo produzioni a forte attenzione sociale. Con “Polvere, il grande processo dell’amianto”, co-diretto con Andrea Prandstraller, ha vinto numerosi premi, tra cui miglior film al Bagdad Film Festival 2011, mentre  per il film scritto e prodotto insieme ad Andrea Deaglio “Il futuro del mondo passa da qui” ha ottenuto l’Ivens Prize a Cinema du Réel, Parigi. Il suo Magicarena è stato il primo documentario italiano ad essere distribuito al cinema in Cina.

Annunci

One thought on “In anteprima al Festival Cinemambiente due reportage vincitori del DevReporter Grant

  1. Pingback: Principis i eines per un bon periodisme internacional | Catalunya DevReporter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...