Attività/Formazione

L’uso professionale dei social network per giornalisti e ong

Subalpina 2Come cambia il lavoro del comunicatore al tempo del web? I social network possono diventare  uno strumento professionale per giornalisti e uffici stampa?

Questi i temi della prima sessione di formazione congiunta tra giornalisti e comunicatori delle ong che si è tenuta  il 1° giugno scorso, presso l’Associazione Stampa Subalpina, nel quadro del progetto “Devreporter Network – Comunicare in rete per lo sviluppo” con la partecipazione di oltre 80 persone

“La professione del giornalista sta cambiando”  ha sostenuto all’apertura dei lavori, Alessandra Comazzi, Presidente dell’Associazione Stampa Subalpina,  e ha sottolineato come un incontro di questo tipo possa rappresentare un accompagnamento al lavoro, un’opportunità per essere utili ai colleghi, e aiutare l’evoluzione della professione

A seguire è intervenuta Silvia Pochettino, giornalista, responsabile della comunicazione del progetto “Comunicare in rete per lo sviluppo”, illustrando brevemente gli obiettivi e le attività del progetto stesso e introducendo il tema della giornata con la relazione “Il giornalismo al tempo del web”.

Secondo Pochettino “L’errore è credere che oggi il giornalismo tradizionale sia uguale a ieri, ma solo con nuovi mezzi. In realtà si sta verificando un cambiamento culturale molto più profondo, non si tratta di imparare trucchi o una metodologia. Il web evolve continuamente: bisogna saper leggere i cambiamenti, ed evolvere insieme a loro”.

Gli aspetti travolgenti di questo cambiamento sono stati illustrati grazie al video Social Media Revolution

di Erik Qualman da cui emerge in modo palese quanto il web e i social network abbiano ormai rivoluzionato ogni aspetto della nostra vita, dalle relazioni (matrimoni, divorzi), al lavoro (negli Stati Uniti il personale viene spesso cercato tramite Linkedin): insomma, ogni aspetto dell’esistenza di ognuno. “E’ una rivoluzione culturale – ha proseguito Pochettino – è cambiare il modo di concepire anche la comunicazione”.

Qui la presentazione di Silvia Pochettino

Sono seguiti quindi gli interventi di Donata Columbro, giornalista, blogger e socialmedia manager di VpS/Ong 2.0 che ha svelato passo passo tutti i segreti dell’uso di Twitter e di Facebook  per i comunicatori professionisti. Come trovare notizie attraverso i social network, come verificare le fonti, rispettare la deontologia professionale e allo stesso tempo creare conversazione e comunità.

Dal glossario base fino a come impostare una strategia comunicativa, passando dai più ricercati esempi di buone pratiche internazionali.

Qui la presentazione di Donata Columbro

Quindi è stata la volta del Social Visuali esposti da Fabrizio Furchì, communication designer per VpS/Ong 2.0: Flickr, Istagram e Pinterest, i più importanti social network oggi per potenziare la propria comunicazione visuale, “raccontare” attraverso le foto eventi o campagne.
Tre le parola chiave emerse in generale dalla giornata “Specializzazione”. Per catturare più pubblico possibile oggi a differenza di un tempo bisogna puntare sulla specializzazione, con cui si potrà emergere dal mare magnum dell’informazione di Internet. Il modo di informarsi  delle nuove generazioni è un modo trasversale, non più con la fedeltà ad una testata, ma attraverso i motori di ricerca e gli aggregatori  web. E “Aggregazione” è proprio la seconda parola chiave . Il ruolo del giornalista è aiutare ad orientarsi nel web, dove c’è tutto, ma è difficile trovare ciò che si cerca. Un tempo si era legati allo scoop, oggi invece sulla rete il giornalista ha il compito di aggregare quello che c’è, valorizzandolo, con onestà delle fonti. Questo porta alla terza parola chiave “Trasparenza”: il giornalista tradizionale viveva in una fortezza, con redazioni chiuse, da cui non trasparivano gli errori. Sul web invece le redazioni sono aperte, trasparenti, basate sul dialogo.  Anche chi fruisce delle notizie partecipa al flusso informativo, e si passa da comunicazione a conversazione.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...